Almahdi-m.net

Almahdi-m.net

Il film di deaglio scaricare

Posted on Author Gokus Posted in Film

  1. Riepilogo dell'ordine:
  2. La banalità del bene. Storia di Giorgio Perlasca
  3. Patria 1967-1977

IL FILM DI DEAGLIO SCARICARE - Man mano che leggerete queste cronache scoprirete che dei delitti della sinistra si sa tutto, ma che nessuno dei grandi. almahdi-m.net ha deciso di pubblicare "Quando c'era Silvio", un film di Beppe Cremagnani ed Enrico Deaglio uscito in edicola in questi giorni. Patria di Enrico Deaglio ecco la copertina e la descrizione del libro vuoi scaricare, il link per effettuare il download di Patria di Enrico e quelle dimenticate, in un collage di musica, idee, passioni politiche, libri, film. di Enrico Deaglio ecco la copertina e la descrizione del libro almahdi-m.net è un libro che vuoi scaricare, il link per effettuare il download di di Enrico Deaglio lo Leggere Patria è un po' come andare al cinema e rivedere trent'anni della nostra vita.

Nome: il film di deaglio scaricare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 65.89 MB

Come spesso accade bisogna spendere tanti soldi per comprare un dvd, bisogna spendere tante energie per produrlo, etc etc. Il problema è che costa 17 euro, con allegato il solito libretto che raramente qualcuno legge, e quindi ho pensato di spendere io questi soldi per non spenderli in tanti. In più come spesso accade, questi dvd da edicola sono un concentrato di plastiche, cellophane e carta, un bell'esempio di come sprecare risorse senza motivo.

Come dicono gli autori, Quando c'era Silvio racconta la più incredibile storia che gli italiani abbiano vissuto in cinquant'anni. Compaiono un uomo, il suo corpo, i suoi soldi, la sua tomba, la mafia che ha visto negli occhi, l'Italia trasformata in Repubblica delle banane. Il Paese che lascia sarà vaccinato o plasmato?

Scarica il film in formato integrale formato.

Riepilogo dell'ordine:

In particolare tra il presidente della Regione Sicilia Cuffaro dell'UDC ed i peggiori esponenti della malavita siciliana. Nel libro una ricostruzione minuziosa delle inchieste che la Procura di Palermo sta conducendo sugli intrecci tra mafia e politica in Sicilia.

Sullo sfondo dell'intera vicenda, la figura di un convitato di pietra: Bernardo Provenzano, il "capo dei capi", latitante da quarantatré anni. Con una presentazione di Michele Santoro e il ritratto dei principali protagonisti di questa vicenda. E proprio grazie a queste tabelle riesce a fare un confronto con le passate elezioni e a verificare l'anomalo dato delle schede bianche.

A questo punto si intuisce che le tabelle in possesso della giornalista siano quelle "falsificate", cioè NON quelle che riportano il numero esatto di schede bianche provenienti dalle prefetture, ma quelle in cui le schede bianche sono state modificate in voti per Forza Italia.

La banalità del bene. Storia di Giorgio Perlasca

Già, ma se hai in mano queste tabelle e vuoi verificare se il dato in esse contenute è effettivamente quello trasmesso dalle prefetture, cosa fai? Se sostieni che durante il passaggio dalle prefetture al ministero, i dati siano stati modificati illecitamente, come fai a dimostrarlo?

E mi chiedo: perchè non lo hanno fatto? Non ci sono andati? No, non hanno fatto nemmeno una ricerca su Internet.

Ma come è possibile? Dicono che nel passaggio dalla prefettura al ministero i dati siano stati "truccati", riescono ad ottenere i dati del ministero truccati e a quel punto non ti preoccupi di andarli a confrontare con quelli delle prefetture locali? Sarebbe la pistola fumante E invece i due cercano di dimostrare il broglio proprio utilizzando come prova la bassa percentuale di schede bianche: in altre parole usano l'indizio come una prova.

Beh io c'ho messo dieci minuti per trovare i documenti sui vari siti delle prefetture.

Patria 1967-1977

Ora si suppone che i documenti siano attendibili, a meno che non si voglia ipotizzare che un gruppo di hacker di Forza Italia sia penetrato nei diversi siti delle prefetture ed abbia cambiato anche i loro dati ufficiali. Statisticamente anomalo ma non impossibile. Bene, andiamo sul sito della prefettura di Benevento, Ufficio territoriale del governo.

Le schede bianche dichiarate dalla prefettura di Benevento sono 4. Ma andiamo anche in un'altra provincia.

Dopo 1 ora, 3 minuti e 57 secondi, il filmato mostra la seguente tabella: Guardate il dato di Cosenza perché questo è un caso singolare e divertente: 9. Qui effettivamente un errore di trasmissione c'è stato, ma in questo caso le schede bianche contate dal ministero sono addirittura aumentate!!!

Ancora in calabria con la provincia di Reggio Calabria. Nella tabella di sopra risultano 5. Quindi anche in questo caso non c'è stata nessuna manipolazione durante la trasmissione dei dati dalla prefettura al ministero.

Passiamo alla Sicilia. Anche il trasferimento da Caltanissetta a Roma ha funzionato correttamente. Abbandoniamo il sud, per verificare se al nord le cose stanno diversamente: Provincia di Brescia. La vicenda berlusconiana sembra nascere e finire con lui.

Troppo comodo e troppo facile. Christian 21 Aprile ma la sinistra dov'era????

Giacomo 28 Marzo forse non tutti si rendono conto che stiamo uscendo da una dittatura , è riuscito a far odiare gli italiani ed a dividerli, non posso credere che l'abbiamo avuto come presidente del consiglio, incredibile a pensarci, spero ci sia bastato come lezione per il futuro dell'italia, riconciliamoci siamo un solo grande popolo, mai piu un tiranno al governo alleato dei leghisti, mai più.

Siamo in una repubblica democratica a dittatura mediatica o meglio repubblica delle banane.


Articoli simili: